Touch screen su Vape Pen: serve davvero?

La tecnologia si evolve dando vita ad accesi dibattiti sulle nuove tendenze: oggi parliamo dell’implementazione di schermi touch screen nelle vape pen.
Le mod vape touch screen sono considerate da alcuni come un passo avanti ma per i puristi è una mossa inutile e poco pratica. 
Se stai leggendo questo articolo siamo curiosi di sapere la tua opinione e intanto ti lasciamo alla nostra!

Diamo voce alle due scuole di pensiero per capire meglio perché i vapers sono a favore oppure osteggiano questa “innovazione”.

I vantaggi di un’esperienza completamente digitale

Lo Smok G Priv è stato un dispositivo innovativo nel settore perché aveva la prima interfaccia touch screen. 
Diversi recensori su YouTube e sui social media hanno evidenziato i vantaggi legati all’esperienza d’uso:

  • Riduzione significativa della permeabilità alla polvere e all’acqua poiché un minor numero di pulsanti significa meno spazi in cui si possono depositare sporcizia o umidità.
  • Aumento della longevità del dispositivo, data l’assenza di pulsanti fisici e relativi interruttori sottostanti che sono destinati a degradarsi e non rispondere più ai comandi.
  • Aggiunta di funzionalità tramite aggiornamento del firmware in qualsiasi momento; bug, errori o mancanza di funzionalità in una mod vape possono essere patchati direttamente tramite il sito Web del produttore, è possibile aggiungere nuove modalità (ad esempio modalità TC o bypass) tramite pulsanti o cursori virtuali sul display con un semplice aggiornamento del dispositivo.
  • Blocco con pulsanti software (anziché hardware) come nel caso di qualsiasi dispositivo intelligente il software è meglio dell’hardware quando si tratta di prevenire il funzionamento accidentale o non autorizzato dell’elettronica; i blocchi fisici dei pulsanti sono inaffidabili e soggetti alla stessa usura dei pulsanti stessi.

Quali sono gli svantaggi che derivano dalla mancanza di pulsanti fisici?

Molti vapers veterani, oltre a considerare dandy la scelta di elimnare pulsanti fisici, considerano penalizzanti due fattori dello svapo completamente digitale:

  • Elevato consumo della batteria tramite Screen-On Time (SOT), il funzionamento costante dei controlli del touch screen significa più SOT influenzando la longevità della batteria, questo è il motivo per cui tutti i vaporizzatori con funzionalità touch screen sono mod a doppia batteria.
  • Impossibile da comandare senza “occhi”, una delle cose migliori dei pulsanti fisici è la possibilità mettere a punto le impostazioni senza mai guardare il dispositivo; inoltre, cose come l’abbagliamento dello schermo o la scarsa illuminazione possono influire negativamente sulla capacità di un vaper di utilizzare un dispositivo touch screen.

Consiglio dal team di Neka Tabacchi!

Sebbene l’implementazione del touch screen nelle mod sia vista da molti come una progressione naturale, vale la pena notare che i vaporizzatori sono una categoria completamente diversa da smartphone e orologi. 
Se una maggiore versatilità può essere una buona cosa, ci sono dei compromessi in termini di efficienza energetica e comodità di comando.

Alla fine tutto si riduce a preferenze personali, influenzate in gran parte dal know-how e dall’esperienza. 
Innumerevoli vapers casual e principianti non vedono l’ora di utilizzare il full touch screen nei vaporizzatori di nuova generazione, ma ci saranno sempre veterani e vapers avanzati che preferiscono essere in grado di controllare a piacimento ogni aspetto del dispositivo, con meno riguardo per la longevità.

Le mod touch screen diventeranno più comuni in futuro ma i dispositivi analogici continueranno ad essere lo standard di riferimento.
Per restare sempre sul pezzo dai un’occhiata a quali saranno le tendenze del 2020!

Marche

verifica età

Hai almeno 18 anni?

Il contenuto di questo sito è riservato ai maggiorenni.

Ricevi le ultime news

Iscrivi alla nostra Newsletter

Potrai ricevere sconti e promo!

[]