GLICERINA O GLICOLE: come influenzano lo svapo?

Prima di iniziare a esaminare le differenze tra VG (glicerina vegetale) e PG (glicole propilenico) nello svapo, dobbiamo prima capire a cosa servono. 
Sia VG che PG sono liquidi base che vengono trasformati in vapore quando riscaldati e sono responsabili del trasporto dell’aroma e della nicotina liquida nel vaporizzatore.

VG e PG lavorano insieme per offrire un’esperienza di svapo a tutto tondo, in un e-liquid è sempre indicato il rapporto tra PG e VG ed il PG è quasi sempre in prima posizione. 
Ora è tempo di dare uno sguardo più approfondito su come influenzano lo svapo!

VG PG svapo

Cos’è la VG?

VG è l’abbreviazione di glicerina vegetale, dall’inglese Vegetable Glycerin
La glicerina vegetale è una sostanza presente in natura che si trova negli oli vegetali, è per lo più limpida e inodore, sebbene abbia un sapore leggermente dolce; è più densa e più viscosa del PG.
Poiché deriva da sostanze vegetali naturali, è sicura per i vegetariani.

La FDA ha ritenuto la glicerina vegetale “generalmente sicura“, è ampiamente utilizzata per scopi medici e alimentari da anni e gli studi sugli effetti della vaporizzazione hanno mostrato rischi minimi per gli utenti.

A cosa serve?

La glicerina vegetale è particolarmente efficace nel creare nuvole di vapore molto grandi e soffici in gola. 
Questo contribuisce alla soddisfazione dello svapo, dando la sensazione di aver preso un vera boccata di fumo! 
I liquidi ad alto dosaggio di VG si comportano eccezionalmente bene a basse resistenze ed alte temperature.

Preoccupazioni sulla VG

Nel complesso, ci sono pochissime cose di cui preoccuparsi quando si sceglie di utilizzare liquidi a base di VG. 
Bisogna sapere che un liquido più denso influisce in modo diverso sulle bobine e sugli stoppini ma la maggior parte dei produttori ha modificato i propri dispositivi per consentire una migliore gestione della VG.

Gli atomizzatori prefabbricati con stoppini in cotone vengono consumati molto rapidamente quando si usano i liquidi ad alta VG, questo perché la VG può lasciare più residui rispetto al PG.
Altre preoccupazioni relative alla VG sono che potrebbe causare secchezza delle fauci o dolore alla gola, evitabili con un’idratazione costante.

Cos’è il PG?

PG sta per glicole propilenico, dall’inglese Propylene Glycol. 
Il glicole propilenico è un sottoprodotto sintetico a base di petrolio; è chiaro, inodore e insapore. 
Il PG è stato utilizzato per anni in prodotti medici e alimentari e ha ottenuto l’approvazione della FDA. 
In particolare, il PG è stato a lungo utilizzato come mezzo per fornire trattamenti respiratori tramite vaporizzatori negli ospedali, pertanto, l’idea di trasformare il PG in vapore da inalare non era una novità quando sono arrivate le e-cig.

Nonostante la lunga storia del PG, ci sono pochi studi che hanno esaminato direttamente i fattori di rischio del solo PG. 
Sono stati condotti numerosi studi per esaminare gli effetti della vaporizzazione del PG quando viene miscelato con altre sostanze chimiche, ma stiamo ancora aspettando una ricerca più completa sulla sostanza isolata.

A cosa serve?

Il PG gioca effettivamente un ruolo molto importante in tutti gli e-liquid perché è molto più efficace nel trasportare nicotina e aromi rispetto alla VG. 
Di conseguenza, quasi tutti gli aromi alimentari sono sospesi in PG anche in presenza di VG.

Al contrario della VG, il PG è responsabile di dare la sensazione del “colpo in gola“, ciò che rende lo svapo simile al fumare una sigaretta tradizionale.
I nuovi vapers che stanno cercando di smettere di fumare dovrebbero scegliere un liquido che contenga abbastanza PG per produrre questo effetto, altrimenti potrebbero abbandonare presto.

Preoccupazioni sul PG

Sebbene tutte le ricerche esistenti dimostrino che il PG è minimamente rischioso per il consumo, sarebbe bello vedere studi più dettagliati fatti poiché il PG è diventato una parte importante dell’industria del vapore.

L’unica cosa che potrebbe allarmare sono le allergie: alcune persone riferiscono di avere lievi reazioni allergiche ai liquidi a base di PG. 
Questo comporta spesso gola irritata o eruzioni cutanee; finora non ci sono state segnalazioni di gravi reazioni allergiche causate da PG.
Per la maggior parte, le persone possono scoprire di essere sensibili al PG senza essere necessariamente allergiche.

Il giusto rapporto PG/VG

Ora che abbiamo analizzate queste sostanze, è tempo di decidere il giusto rapporto PG/VG.

  1. VG alta o massima:  questi liquidi sono realizzati per avere la massima quantità possibile di VG ad esclusione del PG. 
    Non sono 100% VG perché, come abbiamo detto sopra, quasi tutti gli aromi contengono PG quindi anche un liquido che è fatto per essere privo di PG avrà tracce di PG. 
    I liquidi Max VG tendono ad essere i liquidi preferiti da coloro che eseguono acrobazie competitive con il vapore.
  2. PG alto o massimo:  all’inizio i liquidi ad alto contenuto di PG riempivano il mercato del vapore perché le persone erano così entusiaste del modo in cui PG veicolava la nicotina e gli aromi. 
    Purtroppo, si è presto scoperto che i liquidi ad alto contenuto di PG tendono a produrre scarse nuvole di vapore.
  3. 40 PG/60 VG: è una miscela quasi uguale di PG e VG, quindi produrrà un forte colpo in gola e sapori intensi con nuvole dense.
  4. 30 PG/70 VG:  è la miscela più popolare che dà al liquido un sacco di vapore con un leggero colpo in gola; ideale per serbatoi moderni.
  5. 20 PG/80 VG:  questo tipo di liquido produrrà nuvole grandi ma potrebbe perdere parte del sapore e della forza della nicotina.

Questi sono solo alcuni dei rapporti PG/VG più comuni attualmente sul mercato.
La maggior parte dei produttori ha ridotto la propria produzione a solo due o tre rapporti per soddisfare al meglio i propri utenti, invece di produrre tutti i liquidi in ogni possibile combinazione.

Si possono mixare liquidi già pronti?

Tecnicamente parlando, tutti gli e-liquids sono già una miscela di VG e PG. 
Tuttavia, se abbiamo acquistato un liquido insoddisfacente possiamo correggerlo aggiungendo altro liquido base.

La scelta tra VG o PG non è complicata: dopo aver svapato per un po’ si conoscono le proprie inclinazioni!
Entrambi i liquidi si sono dimostrati utili e sicuri nell’industria del vapore, quindi la decisione dipende interamente dalle preferenze personali.

Segui discussione!
Notifica
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Marche

verifica età

Hai almeno 18 anni?

Il contenuto di questo sito è riservato ai maggiorenni.

Ricevi le ultime news

Iscrivi alla nostra Newsletter

Potrai ricevere sconti e promo!

[]